Esame consulente automobilistico: come superare quiz e esercitazioni

consulente automobilistico esame quiz
 

Voler aprire un’agenzia automobilistica può essere un importante progetto professionale, una scelta stimolante in un settore in piena crescita. Il primo step per diventare un consulente automobilistico è l’esame di abilitazione, necessaria per esercitare questa professione. 

Le prove d’esame, notificate con bando pubblico, si svolgono solamente due volte all’anno ed esclusivamente nella Regione in cui si intende aprire l’agenzia. 

In Emilia-Romagna è possibile prepararsi per affrontare ogni domanda, composta da diversi quiz vero/falso sui seguenti argomenti: 

• circolazione stradale
• trasporto merci
• navigazione
• Pubblico Registro Automobilistico
• regime tributario.

Nel corso Consulente automobilistico per agenzia pratiche auto le domande più frequenti e le più complesse saranno approfondite da docenti specializzati nel settore.

Ecco alcune possibili domande e risposte dell’esame, seguite dalla spiegazione del docente Stefano Giuli.

QUIZ PER ESAME CONSULENTE AUTOMOBILISTICO

 

1) CIRCOLAZIONE STRADALE A0127: La patente di categoria C1E

 
  1.  può essere conseguita all'età minima di 21 anni F
  2.  abilita a condurre complessi di veicoli composti da una motrice di massa complessiva superiore a 12.000 kg e da un rimorchio di uguale massa F
  3.  può essere conseguita all'età minima di 24 anni F
  4.  abilita a condurre complessi di veicoli composti da una motrice della categoria C1 e da un rimorchio o semirimorchio di massa massima autorizzata superiore a 750 kg, purché la massa autorizzata del complesso non sia superiore a 12.000 kg V
  5.  può essere conseguita all'età minima di 18 anni V
  6.  abilita a condurre complessi di veicoli composti da una motrice della categoria B e da un rimorchio o semirimorchio di massa massima autorizzata superiore a 3.500 kg, purché la massa autorizzata del complesso non sia superiore a 12.000 kg V
 

Perché la risposta n.4 è vera?

4: Con la direttiva 2006/126/ce sono stati creati i nuovi sottogruppi di patenti per maggiorenni che possono guidare anche autotreni “leggeri”.

 

2) TRASPORTO MERCI B0107: L'autorizzazione all'esercizio della professione (AEP) di trasportatore su strada

 
  1.  è necessaria per tutti gli autotrasportatori di merci per conto terzi che esercitano con veicoli di massa complessiva superiore a 1,5 t V
  2.  è costituita dall'iscrizione al REN (registro elettronico nazionale)  V
  3.  non comporta necessariamente l'emissione di alcun documento cartaceo V
  4.  viene rilasciata in carta legale F
  5.  è necessaria solo per l'attività di autotrasporto internazionale F
  6.  si acquisisce mediante apposito esame F
 

Perché le risposte 1, 2 e 3 sono vere?

1: Anche da 0 a 1,5 t c’è bisogno dell’iscrizione all’albo con il solo requisito dell’onorabilità.
2: Dopo la dimostrazione dei 4 requisiti e la susseguente iscrizione all’albo degli autotrasportatori ci sarà l’iscrizione al ren.
3: Con l’iscrizione al ren si ha la piena possibilità di effettuare l’autotrasporto senza alcun documento cartaceo che, eventualmente, potrà essere costituito anche da un’autocertificazione.


 

3) NAVIGAZIONE C0121: Chi regge il timone di una unità da diporto

 
  1.  deve necessariamente essere munito di patente nautica anche se a bordo vi sia una persona abilitata F
  2.  deve necessariamente essere munito di patente nautica F
  3.  non deve necessariamente essere munito di patente nautica purché a bordo vi sia altra persona abilitata che assume la responsabilità del comando V
  4.  non deve necessariamente essere munito di patente nautica purché sia iscritto alla gente di mare F
 

Perché la risposta 4 è vera?

4: La patente di catg. C viene rilasciata proprio a questo scopo (soprattutto per persone “in difficoltà”).

 

4) P.R.A. D0116: L’art. 13 del DLG n. 472/1997 ha introdotto

 
  1.  il c.d. ravvedimento operoso V
  2.  il ravvedimento coattivo F
  3.  il ravvedimento forzoso F
  4.  un istituto che prevede sanzioni ridotte in caso di versamento tardivo dell’IPT V
  5.  un istituto che anche a distanza di anni prevede sanzioni ridotte in caso di versamento tardivo degli emolumenti e dell’imposta di bollo F
 

Perché la risposta 1 è vera?

1: Il ravvedimento operoso consiste nella possibilità per il contribuente di regolarizzare la propria posizione fiscale a seguito di mancato, omesso o insufficiente versamento di imposte e tributi e di poter ottemperare fruendo di sanzioni ridotte.

 

5) E0114: Ai fini IVA, esiste regime speciale

 
  1.  per i commercianti al minuto F
  2.  per i produttori agricoli V
  3.  per i produttori minori F
  4.  per commercianti all’ingrosso F
  5.  per le agenzie di viaggio V
  6.  per i professionisti F
 

Perché le risposte 2 e 5 sono vere?

2: Con riferimento ai profili iva, si prevede un regime iva speciale, consistente nella detrazione forfetizzata dell'iva assolta sugli acquisti, determinata applicando le "percentuali di compensazione" stabilite con decreto del ministro delle finanze.
5: La finalità del regime speciale iva è la semplificazione amministrativa e burocratica, senza obbligo di identificazione iva nei diversi paesi membri nei quali si opera o sono prestati i servizi turistici, in quanto l’imposta è dovuta solo ed esclusivamente nello stato membro di residenza.

 

PREPARATI CON FORMART

 

Con il corso Consulente automobilistico per agenzia pratiche auto di FORMart è possibile ottenere una preparazione a prova di errore per l’esame finale. Il docente Stefano Giuli è funzionario collaudatore presso la motorizzazione civile, responsabile dei controlli su strada di Parma e referente Polizia Stradale e guiderà i futuri consulenti tra esercitazioni di quiz e simulazioni di esame.