Controlli e Sanzioni

 

Questi gli aspetti principali a cui prestare attenzione:

 
  • la Regione monitora: i requisiti di accesso dei tirocinanti, il rispetto del percorso formativo previsto dai progetti individuali, eventuali inserimenti lavorativi post tirocinio;
  • in caso di mancato rispetto della convenzione o del progetto formativo individuale e delle assicurazioni obbligatorie, soggetto promotore (FORMart) e soggetto ospitante (azienda) avranno il divieto di attivare tirocini per i 12 mesi successivi e i tirocini in essere saranno interrotti;
  • in caso di omesso o ritardato invio telematico della convenzione e del progetto formativo, è prevista a carico del soggetto promotore (FORMart) una sanzione amministrativa da € 250 a € 1.250 e i tirocini in essere saranno immediatamente interrotti;
  • in caso di inosservanza di quanto previsto da suddetta sezione “Limiti per l’inserimento e l’attivazione dei tirocini” il soggetto ospitante ha il divieto di attivare tirocini per i 12 mesi successivi ed è tenuto a restituire eventuali contributi ricevuti dalla Regione;
  • in caso di mancata corresponsione dell’indennità di partecipazione, il personale ispettivo del Ministero del Lavoro applicherà al soggetto ospitante (azienda) una sanzione amministrativa da € 1.000 a € 6.000.