Banca dati FGAS: come funziona? La guida e il corso

 
 

Come si usa la banca dati FGAS? Ecco le risposte alle domande più frequenti dei tecnici installatori e manutentori di impianti contenenti gas florurati.

L’utilizzo del nuovo portale ha rivoluzionato dal 25 settembre 2019 il metodo di registrazione e comunicazione degli interventi su impianti FGAS. Per agevolare gli impiantisti ad affrontare le nuove procedure online abbiamo realizzato questa rapida guida, con il supporto dei nostri docenti.

E per chiarire ogni dubbio, vi consigliamo di dare un’occhiata ai nuovi corsi per l’utilizzo pratico della nuova banca dati f-gas, presto disponibili nelle diverse sedi FORMart dell’Emilia-Romagna.

COME SI ACCEDE ALLA BANCA DATI FGAS?

 
 

È possibile inoltre accedere alla banca dati attraverso Smart Card o identità digitale SPID.

QUALI SONO LE APPARECCHIATURE FGAS COINVOLTE?

I tecnici installatori di impianti fgas devono inserire nella nuova piattaforma i dati relativi agli interventi su:

  • impianti di condizionamento dell’aria e refrigerazione contenenti fgas
  • impianti fissi a pompa di calore;
  • apparecchiature per la protezione antincendio;
  • celle frigorifere di autocarri, tir e rimorchi;
  • commutatori elettrici

ENTRO QUANTO TEMPO OCCORE REGISTRARE UN INTERVENTO?

Ogni attività di installazione, controllo delle perdite, manutenzione, riparazione e smantellamento deve essere registrata nel portale entro 30 giorni. La regola è valida per qualsiasi tipologia di impianto o apparecchiatura, a prescindere dalla quantità di gas fluorurato.

QUALI INFORMAZIONI SONO NECESSARIE PER LA BANCA DATI F-GAS?

  • la data dell’installazione, manutenzione o smantellamento dell’impianto: in caso di installazione, occorre inserire anche il numero e la data della fattura/scontrino di acquisto;
  • l’indirizzo dell’intervento sull’impianto;
  • i dati identificativi dell’impresa o della persona certificata che ha svolto l’intervento
  • i dati anagrafici dei tecnici coinvolti
  • la descrizione della tipologia di apparecchiatura;
  • la tipologia e la quantità di fgas contenuti e/o recuperati
  • l’indicazione dell’impianto di riciclaggio o rigenerazione di gas fluorurati

I dati possono essere inseriti nel portale singolarmente o in forma aggregata, attraverso un file in formato XML.

OCCORRE EFFETTUARE ANCORA LA DICHIARAZIONE FGAS ALL’ISPRA?

No, l’obbligo di comunicazione per gli installatori nella nuova banca dati FGAS sostituisce di fatto la dichiarazione all’ISPRA per gli operatori. L’obbligo della dichiarazione FGAS è stato dunque abrogato.

IL CORSO FORMart PER LAVORARE SULLA BANCA DATI FGAS

Vuoi conoscere meglio le funzionalità della banca dati fgas ed esercitarti insieme a docenti specializzati? FORMart organizza corsi per l’utilizzo pratico della banca dati f-gas.

I corsi sono dedicati a tecnici installatori e manutentori sono brevi e si svolgono in laboratori informatici: ogni partecipante potrà così esercitarsi con casi concreti all’interno della propria area di lavoro online.